Tag Archives: Italiano

Diritti dei Lavoratori nei Paesi Bassi

Labour rights in the Netherlands (for migrant workers)
Diritti dei Lavoratori nei Paesi Bassi
Pubblicato: Inverno 2014

Come lavoratori, siamo vulnerabili quando non siamo a conoscenza dei nostri diritti. I lavoratori stranieri nei Paesi Bassi sono soggetti spesso a sfruttamento. Tale sfruttamento può ovviamente essere causato da una carenza di informazioni sui propri diritti, perché magari non si è a conoscenza della lingua. Con questo testo speriamo di riuscire a cambiare tutto ciò e ad incoraggiare la solidarietà tra i lavoratori. In tal modo speriamo che i lavoratori possano difendersi dai datori di lavoro che intendano sfruttarli. Quindi, non esitare a condividere questo testo con i tuoi colleghi. Sul nostro sito potrai trovarne la traduzione in diverse lingue, se hai una traduzione da
aggiungere, in una lingua ancora non presente, mandacela, per favore.
I diritti di seguito elencati sono i diritti base. Se vogliamo ottenere di più bisognerà lottare!

ORARIO DI LAVORO E PAUSE.

1 Un turno non può durare più di 12 ore. Una settimana di lavoro non può essere più lunga di 60 ore. Inoltre non è consentito per legge di lavorare 60 ore a settimana per più settimane consecutive. Infatti su un periodo di 4 settimane la media delle ore lavorative per settimana è di massimo 55 ore a settimana. Su un periodo di 16 settimane la media massima consentita è di 48 ore lavorative a settimana.

2 Il lavoratore ha diritto ad una pausa di 30 minuti ogni 5 ore e mezza di lavoro consecutive (Il datore di lavoro è obbligato per legge ad onorare questo diritto). Se un turno lavorativo giornaliero dura più di dieci ore, il lavoratore ha diritto a 45 minuti di pausa in totale. La pausa può essere divisa in tre pause di 15 minuti durante le 10 ore
lavorative. Il datore di lavoro non è obbligato a retribuire le pause.
Sicurezza e salute.

3 Il datore di lavoro è obbligato a garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori. Ciò significa che il datore di lavoro è obbligato a creare un ambiente di lavoro sicuro, a fornire materiali ed
attrezzi idonei, a fornire informazioni chiare e precise su come utilizzare gli attrezzi ed i materiali in modo sicuro. Inoltre il datore di lavoro è obbligato a prendere tutte le misure cautelari possibili nel caso in cui i lavoratori siano tenuti a svolgere le loro prestazioni
utilizzando materiali (potenzialmente) pericolosi.

4 Nel caso di malattie od altri impedimenti il lavoratore ha diritto ad essere retribuito. L’ ammontare della retribuzione dipende dal tipo di contratto. È molto frequente che nei contratti stipulati nei Paesi Bassi vi sia la clausola che i primi due giorni di malattia non sono retribuiti (questa prassi viene definita in olandese come wachtdagen cioè giorni di attesa).

5 In caso di malattia il datore di lavoro non ha diritto a richiedere informazioni specifiche sulle condizioni di salute del lavoratore.
Ovviamente il lavoratore è libero di riferire al suo datore di lavoro le cause ed i sintomi della sua malattia. Però come già accennato il datore di lavoro non può obbligare il lavoratore a
fornire informazioni.

Salario.

6 Per i lavoratori tra i 23 ed i 67 anni d’età’ il salario minimo legale è di 8,63 euro lordi all’ora considerando una settimana di 40 ore lavorative. Quindi €69,01 per una giornata lavorativa di 8 ore. €345,05 lordi per settimana e €1.495,20 lordi per mese. Se il lavoratore non è pagato in base alle ore ma ‘a cottimo’, egli deve comunque essere in grado di guadagnare il minimo salario legale lavorando ad un “passo normale”.

Contratti.

7 Un contratto di lavoro verbale ha lo stesso valore legale di uno scritto. In ogni modo è ovviamente difficile provare i dettagli dell’accordo quando non ne esistano prove scritte. Procurati sempre una copia dell’accordo su carta, email o anche su un sms! Inoltre il datore di lavoro è obbligato a comunicare al lavoratore in forma scritta: il luogo fisico dove svolgere gli incarichi, la data d’inizio delle prestazioni e la durata delle stesse, l’ammontare delle ore medie di lavoro per settimana, una descrizione delle funzioni da
svolgere e l’ ammontare della retribuzione.

8 Il datore di lavoro è obbligato a comunicare al lavoratore per iscritto le motivazioni di un’ eventuale licenziamento. In caso il datore di lavoro non adempie a questo obbligo il contratto non si ritiene rescisso ed il lavoratore ha diritto ad essere retribuito. Un licenziamento immediato e diretto è consentito soltanto durante il periodo di prova e per “giusta causa”.

9 Le persone senza regolare permesso di soggiorno (verblijfsvergunning) hanno il diritto ad essere retribuite per le prestazioni lavorative effettuate. Inoltre esse hanno diritto a lavorare
secondo le norme vigenti sulla sicurezza e tutela della salute. (Il datore di lavoro non può per legge assumere persone senza regolare permesso di soggiorno!).
L’ infame contratto a ‘zero ore’.

10 Nei Paesi Bassi esiste un contratto denominato a ‘zero ore’.
Questo significa che le prestazioni lavorative vengono in pratica compiute su richiesta del datore di lavoro (esiste in ogni caso la garanzia di un minimo di 3 ore a settimana).

Inoltre in caso il lavoratore voglia licenziarsi, egli ha l’obbligo di comunicare la data di fine prestazione con un mese di preavviso. Ciò non significa che il lavoratore non possa provare a terminare le prestazioni non rispettando il mese di preavviso. In questo caso comunque consigliamo vivamente al lavoratore di informarsi dettagliatamente sui suoi diritti in modo da non ricorrere a spiacevoli sorprese.

11 Un’ altra importantissima regolamentazione dice che:
Quando un lavoratore lavora più delle ore previste dal proprio contratto per più di 3 mesi consecutivi, il contratto cambia automaticamente adeguandosi alla nuova media di ore
lavorative!

Alcuni suggerimenti per lavoratori (migranti) nei Paesi Bassi.

1 Conserva con cura tutti i documenti relativi al lavoro! Conserva le buste paga, prendi nota delle ore lavorate e delle date in cui hai svolto le prestazioni, conserva tutte le informazioni che ricevi dal tuo capo su carta o per email. Prendi nota anche degli indirizzi ed i nomi delle
aziende per cui stai lavorando o hai lavorato.

2 Non consegnare nessuna documentazione, soprattutto passaporto o permesso di lavoro a nessuno. Questi sono documenti personali di estrema importanza ed in mano ad altri potrebbero essere usati per minacciarti o per costringerti a fare cose che non vorresti fare.

3 Non firmare nessun documento senza averne pienamente compreso il significato. Richiedi una copia del documento in un linguaggio che tu possa comprendere in modo da poter
valutare tu stesso se hai bisogno di ottenere ulteriori informazioni da uffici o persone competenti in materia.

4 Consigliamo al lavoratore di stabilire contatti con i propri compagni di lavoro all’inizio di una nuova esperienza lavorativa. Ad esempio potrebbe essere opportuno scambiarsi i numeri
di telefono. È importante anche scambiarsi informazioni relative all’ambiente o condizioni di lavoro in modo da poter comprendere appieno le dinamiche relative all’ azienda o luogo in
cui si lavora. I lavoratori sono incoraggiati a costruire un sentimento di solidarietà. In caso di conflitto si è più forti in gruppo che da soli.

5 Accertati alla fine di un contratto di aver ricevuto tutti i tuoi eventuali arretrati più l’assegno delle vacanze (vakantiegeld in olandese: circa l’ 8% del salario mensile lordo) ed
eventualmente il compenso relativo a vacanze non effettuate.

6 Il tuo lavoro probabilmente è regolato da un contrattazione collettiva di categoria (CAO, Collectieve ArbeidsOvereenkomst). Se stai lavorando per un’agenzia interinale il tuo lavoro è
regolato dal contratto collettivo delle agenzie interinali. Versioni aggiornate in inglese, polacco e olandese le puoi trovare qui: http://www.abu.nl/publicaties/cao

7 La maggior parte dei lavoratori ha diritto ad un compenso mensile sui costi effettuati per l’assicurazione sanitaria. Questo sussidio mensile potrebbe farti risparmiare fino alla metà
della tua rata mensile. Puoi richiedere il sussidio a questo sito (zorgtoeslag in olandese) : http://www.toeslagen.nl.

8 fai in modo di ricevere il jaaropgaaf (una sorta di modello 730) dal tuo datore di lavoro. Con il jaaropgaaf infatti puoi compilare la denuncia dei redditi, la quale eventualmente ti da
diritto ad un rimborso sulle tasse pagate. I moduli li trovi su questi siti: http://www.belastingdienst.nl/english/
http://www.belastingdienst.nl/deutsch/

Questo testo è stato pubblicato nel settembre 2014 e quindi potrebbe essere non completamente aggiornato. Controlla, quindi, anche fonti più recenti.
Ulteriori informazioni le puoi trovare sul nostro sito:
https://labourrights.vrijebond.org/
In caso tu stia cercando supporto, ci puoi contattare al seguente indirizzo: Anarchistische Groep Amsterdam – Vrije Bond

aga@agamsterdam.org
http://agamsterdam.org
postbus 16521
1001 RA Amsterdam

Oppure passare dalla nostra libreria di sabato dalle 2 alle 6 del pomeriggio al seguente indirizzo:
Eerste Schinkelstraat 14-16, Amsterdam
Il Vrije Bond è presente sul territorio Olandese ed in gran parte del Belgio. Al seguente indirizzo puoi contattare i gruppi più vicini al luogo in cui ti trovi: http://www.vrijebond.org/groepen/

Oppure puoi scrivere alla segreteria:
secretariaat@vrijebond.nl